Archivio dell'autore

Che sia Pasqua serena… anche per gli animali!

Ecco cosa sono gli umani…..e in nome di cosa?Pace?Puah, ribellatevi e mettete in funzione cervello e coscienza. E che sia una Buona Pasqua anche per gli agnelli è_é

GUARDALO E' UN CUCCIOLO!!! 2 MILIONI di AGNELLI VERRANNO UCCISI per la PASQUA...UN GESTO di PACE....?? NON MANGIARLO!

ragazzi, se siete impressionabili non leggete sotto ma siete abbastanza grandi per sapere che:

Ad appena un mese di vita sarà prima immobilizzato, poi stordito, poi sgozzato, infine lasciato morire dissanguato, molto lentamente.
Ma lo stordimento preventivo spesso non viene fatto, perché ” non c’è tempo” di applicarlo secondo le modalità previste dalla legge.
Mentre ciò avviene gli altri agnellini percepiscono l’odore del sangue e attendono terrorizzati il loro turno per essere barbaramente uccisi, allo stesso modo!!

Sapete che…..

clicca sotto al link

Tsunami in Giappone: cani e gatti salvano vite umane

Emoticon, che passione!

Vi piacciono le faccine? Ecco le mie  =^..^=

“Duetto buffo di due gatti”

cari fuoriclasse…visto che fra voi ci sono tanti amanti e praticanti della musica classica voglio proporvi questo ” speciale” duetto di Rossini

Gioacchino Rossini (1797-1868) si è divertito a scrivere questo piccolo brano per due voci femminili ed accompagnamento di pianoforte che devono interpretare due gatti, imitando il loro miagolio lamentoso e suadente. Naturalmente si tratta di un brano ironico, un bello scherzo per le raffinate ugole delle cantanti, chiamate, in genere, ad impersonare figure assai più serie ed impegnate!
Il “Duetto buffo di due gatti” fu scritto da Rossini per ricordare la voce di due gatti che tutte le mattine lo venivano a trovare nella sua casa di Padua, e che appartenevano alla sua padrona di casa, così che lei potesse ricordarsi di lui. Fu di una certa difficoltà trasformare in musica quei suoni che certo non erano nati con quello scopo…
Il lavoro venne presentato durante una festa ed ebbe un grande successo. Poco dopo la composizione del famoso “Guglielmo Tell” (nel 1829) Rossini abbandonò il teatro, e non compose quasi più nulla ad eccezione di piccole pagine musicali scritte più che altro per suo divertimento, come appunto questo duetto.

che pena questi bipedi…..non saranno mai alla nostra altezza, tsè! =^..^=

comodamente a spasso….

perchè faticare a zampettare per casa? 😉

Un canto speciale

Auguri a tutti i bipedi che condividono con noi “pelosetti” la loro esistenza e che ci regalano tanto amore ed attenzioni !!!! Meow! =^..^=

Elettricità statica, wow!

guardate cosa è successo a un mio a-micio 🙂